Al British Museum un disegno di Augusta del londinese Jacques Callot del XVII secolo

Nell’ambito di una ricerca finanziata con fondi del Dipartimento Storia e Progetto nell’Architettura dell’Università di Palermo, è stato scoperto presso la Drawings Collection nella Library del British Museum di Londra un taccuino del celebre incisore londinese Jacques Callot (1592 – 1635), che nel settembre 1620 transitò lungo le coste siciliane.

 

 

Nel taccuino sono stati rinvenuti alcuni disegni a penna ed altri ad acquerello che l’artista disegnava in maniera meticolosa. L’itinerario siciliano parte da Trapani – con un disegno datato 12 settembre 1620 – e si conclude il 25 dello stesso mese con una tavola raffigurante i Nebrodi e S. Marco d’Alunzio.

Anche se non sono abbastanza chiari i motivi del viaggio in un periodo di gravi tensioni politiche, appare quanto mai interessante una tavola datata 22 settembre 1620 raffigurante la città di Augusta. Il disegno, ancora senza acquerello presenta l’immagine – a distanza ravvicinata – delle mura e del castello edificato da Federico II.

La notizia – appresa grazie ad uno studio di Emanuele Fidone e Marco Nobile pubblicata sulla rivista Kalòs – aggiunge un ulteriore tassello all’elenco dei viaggiatori stranieri che per svariati interessi si sono occupati della Sicilia e di Augusta in particolare.

 

Gusepep Carrabino

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in STAMPE E DOCUMENTI. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...