IL MERCATO COPERTO DI PIAZZA TURATI

 

 

Sono ancora sospesi i lavori di recupero dello storico mercato coperto di via XIV Ottobre ubicato tra il Convento di S. Domenico e la chiesa Madre.

L’appalto era stato aggiudicato all’impresa CBC SaS di Castrofilippo in provincia di Agrigento con una spesa di circa 324 mila euro, dei quali 75 mila euro come cofinanziamento erogati dall’amministrazione comunale e la differenza attinta dalle risorse previste dal "P.I.R. Rete ecologica siciliana – sistemi integrati ad alta naturalità dei Sicani, degli Iblei, dei Peloritani e delle Isole Minori".

Il progetto esecutivo è stato redatto dall’architetto Elisabetta Ciccarello e prevede l’utilizzo della struttura come mercato rionale la mattina e la sera punto di riferimento per eventi culturali.

Restaurare questa storica struttura con la finalità di assegnarvi nuovamente dei posti mercatali significa non solo restituire dignità al centro storico ma soprattutto operare per il rilancio dei cosiddetti beni immateriali quali odori, sapori  e colori  che in quanto legati al bene ne completano la fruizione e il completo recupero.

 

    

 

 

Purtroppo il ritrovamento di antiche strutture all’interno dell’area oggetto di riqualificazione ha causato da diversi mesi la sospensione dei lavori in attesa che i tecnici della Sovrintendenza di Siracusa si esprimano sul da farsi.

All’atto del ritrovamento delle non meglio identificate “strutture antiche” avevamo ricordato che anticamente il sito del mercato coperto era luogo destinato a cimiterio di pertinenza dell’attigua chiesa Madre. Proprio in prossimità dell’area oggetto dello scavo, ed esattamente nei locali attualmente adibiti a sagrestia della chiesa, fu rinvenuta nei primi anni settanta una cripta con scranni in muratura.

 

 

 

Il recente rinvenimento potrebbe costituire ciò che resta dell’antico cimiterio che trovavasi ai lati dell’antica chiesa principale della città, l’altra area – con uguale destinazione – aveva inizio dall’attuale piazza Duomo e si estendeva fino alla prima cappella della navata destra della stessa chiesa Madre. L’accesso a quest’ultimo vano è stato coperto con i chiusini sepolcrali rimossi dalla pavimentazione della chiesa negli anni sessanta. Se l’area di piazza Duomo è stata ispezionata circa vent’anni orsono in occasione dei lavori di riqualificazione, il sito di piazza Mercato non era mai stato al centro di un serio progetto di restauro. Ritengo possibile, tuttavia, che per la realizzazione dell’area mercatale, sia stato operato nel 1876 un trasferimento in ossario dei resti umani rinvenuti. 

In merito poi alla destinazione dell’area oggi oggetto di scavo occorre ricordare che fu espropriata all’amministrazione della chiesa Madre da parte del Comune per adibirla a mercato in alternativa alla struttura che sorgeva in via Principe Umberto.

Cosa si aspetta per riprendere i lavori ? Intanto l’area versa in un deplorevole stato di abbandono.

 

Giuseppe Carrabino

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Conoscere il patrimonio storico-artistico. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...