PRECETTO PASQUALE CONFRATERNITE E LAICATI

 

 

 

 

 

Il programma della Settimana Santa prevede anche quest’anno la celebrazione unitaria del precetto pasquale per le Confraternite, Laicati e le varie realtà impegnate nel volontariato. L’iniziativa giunta alla terza edizione vedrà tutto il laicato della città riunito nella chiesa del Carmine per due giorni di riflessioni sul Sacramento della riconciliazione tenute da Padre Roberto Campisi insegnante all’Istituto di Scienze Religiose, direttore dell’anno propedeutico del Seminario Arcivescovile e Vicario Giudiziale. Don Roberto ha intrattenuto l’assemblea con una brillante esposizione sul tema del “peccato” e della “misericordia di Dio”.

In passato le singole realtà associative si preparavano alla Pasqua con il precetto celebrato nelle proprie chiese confraternali. L’ottemperanza al precetto pasquale, che oggi ha perso la ritualità dei tempi andati, era un obbligo per i cristiani sia nel piano civile che religioso. Basti pensare che esisteva un registro dove ogni confessore aveva il compito di annotare i nomi dei penitenti. Lungo la scia di questa prassi divenne usuale, fino a tempi relativamente recenti, l’uso di rilasciare un biglietto con una dichiarazione a stampa: Signum adimpleti Praecepti, più tardi sostituita da una fuuredda con l’indicazione della data e la chiesa dove si era assolto l’obbligo e la firma del parroco.

 

 

Dalla Pasqua del 2007 l’Arciprete Gaetano Incardona in accordo con i Governatori delle Confraternite della città ha introdotto questa bella iniziativa che ha la finalità non solo dell’adeguata preparazione alle festività pasquali, ma di rafforzare ulteriormente l’unità di queste istituzioni che in Augusta hanno origini molto antiche. Quale migliore preprazione attraverso la confessione e laccostamento all’Eucarestia ?  Eucaristia significa “ringraziamento” e le confraternite si preparano alla Pasqua con il ringraziamento che è motivo fondamentale della preghiera.

Il programma prevede per sabato 4 aprile un corteo processionale che dalla chiesa del Carmine attraverserà via Garibaldi e via Principe Umberto per raggiungere la chiesa Madre dove converranno tutti i membri delle confraternite, dei laicati francescano, carmelitano e domenicano, delle associazioni laicali di volontariato e le varie onlus della città. Tutti i partecipanti indosseranno i propri segni distintivi ma saranno preceduti dall’unico simbolo della Croce in segno di penitenza.

In chiesa Madre l’arciprete Gaetano Incardona presiederà la solenne celebrazione eucaristica animata dalla schola cantorum diretta da Anna Saia..

 

  

 

 

 

 

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in tradizioni. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

Connessione a %s...