LA TRADIZIONE DOMENICANA DI AUGUSTA NEI DIPINTI DI MICHELE SPINALI

 
   Chiesa delle Grazie, cappella domenicana
 

Un percorso iconografico per illustrare la tradizione domenicana in Augusta dalle origini ai giorni nostri. Si tratta di dodici dipinti realizzati nel 1997 dall’artista augustano Michele Spinali che da qualche tempo è entrato nell’Ordine dei frati predicatori. Abbiamo già accennato di questo giovane augustano e con piacere torniamo a parlarne per illustrare un’opera che merita di essere conosciuta e valorizzata. Dodici tele che illustrano i momenti salienti di una tradizione otto volte centenaria e che lega Augusta al suo Santo Patrono. Il progetto fu una mia idea in quanto annualmente molte scolaresche – allora come oggi – mi chiedevano di spiegare la storia e la tradizione di San Domenico di Augusta. Nacque così una sorta di itinerario illustrato che mi permetteva di raccontare, quale novello cuntastorie, il secolare rapporto tra Augusta e il suo santo patrono. 

Diedi a Michele i temi da illustrare. Ci incontrammo più volte; io spiegavo e lui annotava, annotava ogni minimo particolare del mio racconto e….. poi arrivarono i primi bozzetti che mi stupirono per la straordinaria ricchezza di “segni” e simbologie che mi permettevano di ammirare ciò che avevo immaginato nei miei viaggi attraverso la memoria. I bozzetti si tramutarono in undici tele. Ne mancava una che necessitava di una immagine ben precisa, quella del Gran Maestro Isle Adam, cavaliere dell’Ordine di Malta che nel 1528 donò l’Oratorio del Rosario quale segno di gratitudine alla città per l’ospitalità concessa. Nel successivo mese di agosto del ‘97  mi recai a Malta e in quella occasione, visitando il palazzo presidenziale a La Valletta ebbi modo di avere il materiale che portai a Michele, la riproduzione di un grande dipinto che raffigurava appunto il tassello mancante. A questo punto il racconto illustrato era completo.

La destinazione finale dei dipinti doveva essere il Convento di S.Domenico quale centro espositivo permanente delle memorie di Augusta. In attesa che questo sogni diventi realtà le opere sono esposte temporaneamente nella chiesa delle Grazie unitamente al modellino del complesso convenutale domenicano realizzato dal Gruppo Progetto Uomo.

Con piacere, in questi giorni che ci separano dall’inizio dei festeggiamenti, voglio condividere con i visitatori del blog quei dipinti illustrandone i contenuti.

Giuseppe Carrabino

Annunci
Questa voce è stata pubblicata in Conoscere il patrimonio storico-artistico. Contrassegna il permalink.

Rispondi

Inserisci i tuoi dati qui sotto o clicca su un'icona per effettuare l'accesso:

Logo WordPress.com

Stai commentando usando il tuo account WordPress.com. Chiudi sessione /  Modifica )

Google+ photo

Stai commentando usando il tuo account Google+. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto Twitter

Stai commentando usando il tuo account Twitter. Chiudi sessione /  Modifica )

Foto di Facebook

Stai commentando usando il tuo account Facebook. Chiudi sessione /  Modifica )

w

Connessione a %s...